Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

L’italiano che stava per essere eletto Rabbino capo a Tel Aviv

I diari di rav David Prato, Rabbino capo a Roma a metà Novecento

Rav Chaim Vittorio Della Rocca z.l., che ci ha lasciati meno di due anni fa, ricordava spesso l’importanza che per lui ebbe Rav David Prato (1882-1951), rabbino capo di Roma nel 1937-38 e di nuovo dal 1945 fino al ’51. Fu Rav Prato che, dopo la guerra, convinse il giovane Chaim a dedicarsi agli studi rabbinici e a intraprendere una carriera come chazan del Tempio Grande di Roma e come Morè.

Read More